Trump ha sconfitto Hillary, Obama, i media, i sondaggisti, il partito democratico e quello repubblicano

8 novembre 2016: una data che resterà nella storia non perché in quel giorno si è eletto il nuovo presidente – il quarantacinquesimo – degli Stati Uniti.
Resterà nella storia perché il vincitore ha dovuto battere una vera pletora di avversari.
La rivale Hillary Clinton, per cominciare.
Il presidente Obama che ha fatto una infuocata e inutile campagna a favore della signora.
Lo schieramento dei media tutti dichiaratamente amici dell’ex first lady.
Il partito democratico, naturalmente.
Quello repubblicano, incredibilmente, il cui intero establishment era contro di lui
Chapeau.